Lombardia Natura

Al Castello di Lierna

25 novembre 2017
lierna castello

Una giornata bella ma quasi invernale. Il buio arriva presto. Non si possono programmare lunghe gite all’aperto, ma abbiamo molta voglia di uscire dalla città e godere dell’aria aperta e delle giornate ancora tiepide.

Ci ricordiamo che, pur essendo stati moltissime volte sul lago di Como, abbiamo ancora qualche curiosità da soddisfare. Ad esempio, quella piccola penisola con un piccolissimo borgo che sembra tuffarsi nel lago la vediamo sempre passando in treno ed è ora di andare ad esplorarla.

lierna castello

E’ Lierna, sulla linea Lecco-Colico, poco prima della più famosa Varenna ed è stata la meta della nostra piacevolissima giornata al lago.

Il gruppo di case strette senza continuità le une alle altre,  che si protendono in acqua, è Castello, la frazione più caratteristica di Lierna, che conserva la struttura dell’antico borgo fortificato.

lierna castello

Conteso nelle lotte tra Como e Milano, è già citato in un documento notarile dell’854, ma le sue origini sono molto più antiche come attesta il ritrovamento nel 1876 di un pavimento a mosaico appartenuto a una ricca dimora di epoca romana e conservato al Museo Archeologico di Palazzo Belgioioso a Lecco.

Scendendo dalla stazione verso il lago e attraversata la strada provinciale, ci imbattiamo nell’indicazione Strada Scoscesa, proprio di fronte a una ripida gradinata che imbocchiamo subito, spinti dalla curiosità.

lierna

Passando sotto una volta si intravede una stretta spiaggetta e l’azzurro del lago. E’ una inquadratura imperdibile per una foto!

lierna

Oltre il passaggio si apre una piccola oasi di tranquillità. Alcune barche tirate in secco, un albero e le facciate delle case che si alzano a pochi metri dal lago.

lierna

Continuiamo sulla statale, dove si affaccia l’enorme parco di una grande villa dallo stile un po’ eclettico, fino ad incontrare la deviazione per Castello e il suo porticciolo. E’ immediatamente riconoscibile la struttura del piccolissimo borgo, con i muri in pietra che lo cingono e ciò che resta di un torrione rotondo che appoggia su una spiaggia dall’acqua incredibilmente limpida, dove nuotano tranquille alcune anitre.

Per nulla spaventate dalla nostra presenza, escono dall’acqua e vengono a curiosare intorno ai nostri piedi.

lierna castello

Il paesaggio è molto bello, cinto dalle montagne e chiuso da un lato dal gruppo piccolo, compatto e proteso nel lago delle case di Castello.

lierna castello

Entriamo nel borgo dalla Via Scura costeggiando la chiesetta dei Santi Maurizio e Lazzaro, raffigurati sulla facciata.

 

lierna castello

Qui, nel gennaio 1573, Emanuele Filiberto di Savoia fondò l’ordine cavalleresco dei Santi Maurizio e Lazzaro, ancora vigente. Sulla piazzetta  sull’altro lato della chiesa si apre un bel portale in pietra e, addossato al muro della chiesa, un pozzo con ancora adiacente l’antica leva per pompare l’acqua.

lierna castello

La Via Scura, molto stretta, è veramente un tuffo in una densa penombra. Pare di immergersi a ritroso nel tempo.

lierna castello

Le case sono antiche, la via si apre dapprima sulla corte di “Casa Panizza”  e più avanti, dopo una stretta curva, in una più ampia e suggestiva piazzetta. Un’uscita sul fondo termina davanti al muro dell’antica cinta fortificata. Castello è tutta qui.

lierna castello

Ritornando sui nostri passi, guardiamo i vecchi attrezzi appesi al muro del passaggio che da Via Scura porta alla corte interna.

Sulla via si apre il portale in pietra dell’unico palazzo importante del borgo. La data scolpita nella pietra sotto alle iniziali P.P. sormontate da una piccola croce è il 1746.

Uscendo da Castello, per contrasto la luce sembra più intensa, brillante.  E brillanti sono i frutti di un bell’albero di cachi che si stagliano gioiosi nell’azzurro del cielo sereno, sullo spiazzo dove si affaccia il porticciolo di Castello.

lierna castello

Cercando dove fermarci per pranzo, facciamo una passeggiata lungo il lago, a tratti sotto un pergolato ormai spoglio, soffermandoci ad ammirare la linea della costa e i profili delle montagne che sfumano nella luce.

lierna castello

Un paesaggio molto bello e sereno, di cui continuiamo a godere a pranzo, incorniciato dalla finestra del ristorante.

lierna castello

 

Come arrivare a Castello di Lierna

Lierna si raggiunge con i treni regionali in partenza da Lecco, dove occorre cambiare proveniendo da Milano.  Orari su Trenitalia.it

Noi abbiamo mangiato a…

Ristorante Sottovento
Via Imbarcadero, 3  – Lierna   tel. 0341.740005

Individuabile dalla strada provinciale, arrivati allo slargo verso l’imbarcadero, da una grande scritta ad arco.
Locale con terrazzo sul lago, buona cucina e ottimi dolci.

 

Seguici su Facebook e su Instagram cercando vagabondiinitalia.it troverai altre foto dei nostri “vagabondaggi”.

 

Italia Regioni Lombardia

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Questo spazio è per te, lascia i tuoi commenti e condividi le tue esperienze, i tuoi progetti di viaggio.
Se lo utilizzi, farai crescere la comunità dei ”vagabondi in Italia”.

Lascia un Commento