Il "buono" del viaggio Liguria

Antica Locanda Luigina, bontà biologiche in Val di Vara

4 Marzo 2019

L’ Antica Locanda Luigina a Mattarana è stata una notevole e felice sorpresa durante il mio ultimo soggiorno in Liguria.

Innanzi tutto per la sua collocazione. Mattarana, nell’Alta Val di Vara in provincia di La Spezia,  non è (non è più) su una via di grande transito, né è un paese conosciuto alla maggior parte di chi non è originario della zona.

Parte del comune di Carrodano, la sua storia è legata a quella della via Aurelia e del transito dal Passo del Bracco.  La sua stessa origine deriva dalla importante strada che l’attraversava ed è facile riconoscere questa origine guardando le sue case allineate a schiera lungo l’antico tracciato della via Aurelia.

carruggio di mattarana

Img: www.ihotels.it

Nei dintorni di  Mattarana si conserva ancora memoria di due antichi “ospitali”, andati distrutti nel tempo, ricoveri per viandanti e pellegrini che scendevano per raggiungere la Via Francigena.

Ho  “scoperto” questo piccolo borgo grazie al consiglio di Enrico Barbieri dell’associazione Framura Turismo, un caro amico e grande conoscitore della zona che mi ha accompagnata all’Antica Locanda Luigina per una cena all’insegna della gastronomia tradizionale e degli eccellenti prodotti locali, rigorosamente biologici.

La Val Di Vara non a caso è chiamata la Valle del Bio. E’ stata infatti tra le prime  zone italiane ad adottare i severi disciplinari della comunità europea  a certificazione e tutela della produzione biologica.

L’ Antica Locanda Luigina è anche un albergo  ecosostenibile con acqua calda fornita da un impianto termico solare ed energia elettrica prodotta da pannelli fotovoltaici.

menu anticalocanda luigina

Noi abbiamo mangiato al suo famoso ristorante, che propone piatti tipici come

  • gli gnocchetti con farina di castagne in salsa di noce,
  • le pappardelle al pesto con patate e fagiolini,
  • coniglio in umido con olive e pinoli,
  • vini bianchi e rossi della Val di Vara,
  • il vermentino DOC dei Colli di Luni,
  • dolci tipici della zona come la torta con Sciacchetrà, il prestigioso vino passito delle Cinque Terre.

La nostra cena è stata veramente spettacolare, anche se abbiamo dovuto “limitarci” a un antipasto e a un secondo, tanto abbondanti da “impedirci” di proseguire con un dolce, che pure ci faceva gola.

salumi val di vara

Il solo antipasto sarebbe stato sufficiente per una cena. Abbiamo infatti scelto il “sontuoso” Antipasto misto Antica Locanda Luigina con

  • salumi di Castiglione,
  • insalata russa e giardiniera di produzione della casa,
  • un assaggio di formaggi della cooperativa di San Pietro Vara.

Ad accompagnare tante bontà

  • crostoni con lardo,
  • crostoni con pesto,
  • crostoni ai funghi e
  • crostoni con formaggio fuso.

Per non lasciarci con il “rimpianto” per le frittelle di baccalà, eccole, croccanti e leggerissime, aggiunte al nostro “antipasto”.

antipasto antica locanda luigina

E poi

  • focaccia,
  • sgabèi (piccole frittelle di pasta da riempire con formaggio o salumi)
  • i tipici gatafin del Levante ligure (piccole tortine di sfoglia leggerissima ripiene di erbette, cipolla, ricotta, uova e formaggio).

Notevole un formaggio della Val di Vara fatto stagionare nella vinaccia, di cui conserva il colore sulla crosta.

Ė esagerato dire che sarebbe stato sufficiente per un pasto completo?

antipasti locanda luigina

Che dire del Coniglio alla Ligure con olive e pinoli che ha deliziato il mio amico Enrico, risvegliando in lui ricordi di pranzi in famiglia, quando le nonne cucinavano questo piatto nei giorni di festa?

E il mio Fritto della Luigina?  Con il suo

  • coniglio impanato,
  • le palline di formaggio da far sciogliere in bocca,
  • gli anelli di cipolla e
  • i bastoncini di carote in pastella…

fritto della luigina

E mentre, soddisfatti, ci attardavamo a tavola, Enrico mi ha raccontato la storia di quei buonissimi  gatafin e sgabèi.

I Gatafin

Sembra che il nome  derivi dalla località  “La Gatta”, tra Levanto e Punta Mesco, dove fino a un secolo fa c’era una cava di pietra arenaria, quella che serviva soprattutto per lastricare le strade del centro di Genova.

La cava era lontana dal paese dove vivevano gli operai che vi lavoravano, perciò le loro mogli preparavano questi deliziosi “ravioli” di sfoglia, che riempivano di poveri ingredienti insaporiti dalle erbette spontanee e poi  fritti in grossi quadrotti: le finezze della Gatta, i gattafin.

Gli Sgabèi

Anche questa ricetta nasce nell’estremo Levante ligure, in Val di Magra.  Fatto il pane, la pasta che avanzava veniva fritta nello strutto.

Ne risultava un pane fritto molto saporito da accompagnare a salumi e formaggi e da dare per pranzo agli uomini che andavano al lavoro nei campi.

Talvolta alla farina da pane veniva aggiunta la farina gialla per rendere gli sgabèi ancora più asciutti e croccanti.

gatafin e sgabei antica locanda luigina

Antica Locanda Luigina

Via Aurelia 182 – 19020 Mattarana (Carrodano) La Spezia
tel. 0187 893683

 

Seguici su Facebook e su Instagram . troverai altre foto dei nostri “viaggi lenti per gustare l’Italia”.

 

Italia Regioni Liguria

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Questo spazio è per te, lascia i tuoi commenti e condividi le tue esperienze, i tuoi progetti di viaggio.
Se lo utilizzi, farai crescere la comunità dei ”vagabondi in Italia”.

Lascia un Commento