Arte e Cultura Emilia Romagna

Il Guercino a Piacenza

21 Aprile 2017

Questa primavera non potevamo mancare la mostra Guercino a Piacenza (4 marzo – 4 giugno 2017), con la visita guidata che permette di avvicinarsi tanto  agli affreschi della cupola del Duomo che sembra quasi di poterli  “toccare”.

Il Guercino a Piacenza: il primo benvenuto in città

Il Guercino a Piacenza: il primo benvenuto in città

Salire nel cuore più nascosto della cupola di una cattedrale, avere come pavimento il soffitto della chiesa e chinare il capo sotto le enormi travi che ne sorreggono le volte, è un’esperienza che ci attira e ci affascina sempre. Non sappiamo resistere.

Il Guercino a Piacenza: sottotetto delDuomo (fotodi Francesca Longoni)

Il Guercino a Piacenza: sottotetto del Duomo (foto di Francesca Longoni)

Appena ne abbiamo l’occasione accettiamo la sfida di salire decine (centinaia!) di gradini sconnessi, che si avvitano in spirali strettissime che lasciano appena lo spazio necessario per infilarsi per avere poi la soddisfazione di arrivare in luoghi “segreti”, che un tempo solo pochissimi potevano raggiungere.

Se poi questi passaggi “segreti” portano a balaustre da dove guardare in un sol colpo d’occhio tutto l’interno della chiesa o, meglio ancora, permettono di vedere da vicino la bellezza delle decorazioni della cupola, la magia è completa.

Il Guercino a Piacenza: vista dal matroneo del Duomo

Il Guercino a Piacenza: vista dal matroneo del Duomo

E’ quello che abbiamo provato salendo insieme ai nostri amici Francesca (che ha fatto alcune delle foto che vedete), Laura ed Enrico alla cupola del Duomo di Piacenza, affrescata dal Guercino.

Cosa staranno guardando i quattro amici?

Cosa staranno guardando i quattro amici? (foto di Francesca Longoni)

All’interno della chiesa ci aspetta la nostra guida, che subito ci conduce nella “stanza multimediale”, dove veniamo letteralmente immersi nella visione circolare di un filmato, proiettato su uno schermo che ci avvolge con i suoi 10 mt. di lunghezza e che ci introduce nella storia del capolavoro del Guercino e ne anticipa bellissime immagini che abbiamo quasi l’impressione di poter toccare con mano. Ne possiamo vedere le scrostature del colore, le crepe dell’intonaco. E un’impressione bellissima, di grande prossimità con i dipinti.

Il Guercino a Piacenza: decorazioni della cupola del Duomo

Il Guercino a Piacenza: decorazioni della cupola del Duomo (foto di Francesca Longoni)

Iniziamo la salita su una scala dai gradini disomogenei e particolarmente alti, che si incuneano in uno spazio strettissimo fra i muri fino a raggiungere il campanile e il sottotetto del transetto nord della chiesa.

Il Guercino a Piacenza: salita alla cupola del Duomo

Il Guercino a Piacenza: salita alla cupola del Duomo (foto di Francesca Longoni)

Una breve sosta per riprendere fiato prima di attraversare uno spazio a suo modo affascinante. Il sottotetto accoglie frammenti di decorazioni barocche, smantellate durante i restauri che hanno riportato il Duomo al suo aspetto originario. Nella penombra spuntano figure inquietanti e fiabesche.

Il Guercino a Piacenza: sottotetto del Duomo

Il Guercino a Piacenza: sottotetto del Duomo

Ancora una salita su una scala a chiocciola per portarci al matroneo (ma davvero le donne dovevano fare tutta questa fatica per assistere alle funzioni?) e guardare dall’alto l’interno del Duomo.

Il Guercino a Piacenza: scala per la cupola del Duomo (foto di Francesca Longoni)

Il Guercino a Piacenza: scala per la cupola del Duomo (foto di Francesca Longoni)

Un altro (ormai piccolo) sforzo ed eccoci arrivati. Si può accedere solo in pochi alla galleria che corre lungo la cupola. Mentre aspettiamo il nostro turno, un po’ emozionati per le suggestioni di questo percorso e per l’aspettativa di quello che vedremo, sostiamo a leggere alcune informazioni su un monitor (Francesca le fotografa per non perdersi nulla)

Il Guercino a Piacenza: sottotetto cupola del Duomo

Il Guercino a Piacenza: sottotetto cupola del Duomo

e ci avviciniamo lungo un corridoio alla croce della facciata.

Il Guercino a Piacenza: vista dalla croce della facciata del Duomo

Il Guercino a Piacenza: vista dalla croce della facciata del Duomo

Vista da qui la città si spiega sotto di noi con il colore rosso scuro dei suoi edifici più antichi.

Il Guercino a Piacenza: la città vista dall'alto del Duomo

Il Guercino a Piacenza: la città vista dall’alto del Duomo

Ci chiamano, è arrivato il nostro momento di superare la soglia che ci introduce nella meraviglia di un incontro così prossimo con la bellezza degli affreschi del Guercino.
Sotto di noi la vastità della chiesa, mentre dalle nostre cuffie escono musica e le prime parole della spiegazione.

Iniziano ad accendersi delle luci, che illuminano a turno gli spicchi della cupola.

Guercino a Piacenza: affreschi della cupola del Duomo - copyright: http://guercinopiacenza.com

Guercino a Piacenza: affreschi della cupola del Duomo – copyright: http://guercinopiacenza.com

Le figure sembrano animarsi, prendere momentaneamente vita, si susseguono sul filo di luce che le inonda e poi le lascia, puntata verso altre figure, raccontando nelle lunette gli episodi della nascita di Gesù.

Guercino a Piacenza: affreschi della cupola del Duomo - copyright: http://guercinopiacenza.com

Guercino a Piacenza: affreschi della cupola del Duomo – copyright: http://guercinopiacenza.com

Nelle vele le figure bellissime delle Sibille e dei Profeti che l’avevano preannunciata.

Sacro e profano uniti nell’esaltazione del mistero cristiano.

Scendiamo in silenzio. Non ci sono parole per esprimere l’incanto e l’impatto emotivo della bellezza.

La mostra

In contemporanea a Palazzo Farnese sono esposti altri lavori del Guercino.
Info, orari e prenotazioni per la visita e acquisto biglietti

Secondo noi

I lavori per mettere in sicurezza la salita alla cupola e godere da vicino il capolavoro del Guercino hanno comportato un grande impegno tecnico e un grosso investimento, dando la possibilità di ammirare da vicino un’opera altrimenti poco fruibile per la sua posizione. Sarebbe veramente un peccato che questo percorso così suggestivo venisse chiuso al pubblico e non più usufruibile al termine della mostra. Ci auguriamo che questa possibilità non venga neppure presa in considerazione e che il percorso rimanga, anche solo periodicamente, aperto alle visite.

Ecco le mie amiche: Francesca , a sinistra, e Laura.

Ecco le mie amiche: Francesca (che questa volta non fotografa) , a sinistra, e Laura.

 

Crediti

Non essendo permesso fotografare gli affreschi della cupola, abbiamo utilizzato, dove indicato, le immagini pubblicate sul sito ufficiale della mostra   http://guercinopiacenza.com/visita-la-cupola/ che ne detiene tutti i diritti.

 

Seguici su Facebook e su Instagram

Cercando vagabondiinitalia.it troverai altre foto dei nostri “vagabondaggi”.

Italia Regioni Friuli Emilia Romagna

Potrebbe interessarti anche:

No Comments

Lascia un Commento

Questo sito web utilizza cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Puoi avere dettagli visitando l’informativa estesa dei Cookie.

Cookie Policy

Privacy Policy