Il "buono" del viaggio Liguria

Laghello di Amina: serenità a Framura

17 giugno 2017

Framura ci era rimasta nel cuore dopo la prima visita a marzo e abbiamo deciso di ritornare per visitare meglio i  suoi borghi dell’entroterra.  Abbiamo così conosciuto l’agriturismo Il Laghello di Amina, un’oasi di grande serenità.

Siamo andati a trovare Guido e sua moglie accompagnati da Enrico di FramuraTurismo , una guida irrinunciabile per conoscere il territorio.

Arrivando al Laghello di Amina a Framura

 

Qui le api vivono felici

Il Laghello di Amina è nato da una grande passione: quella di Guido per le ”sue” api. Ingegnere elettronico, a un certo punto della sua vita condivide con la moglie la decisione di una svolta radicale. Da sempre grande appassionato di apicoltura, decide di dedicarvisi a tempo pieno. E dove, se non in una località dove l’ambiente è così favorevole, l’aria così pulita come sulle alture di Framura? Qui, infatti, Guido riesce a produrre anche la ormai rara melata (o miele di melata),  che le api producono solo dove manca inquinamento. E’ uno dei mieli più ricchi di sostanze nutritive, dall’azione antinfiammatoria ed energizzante, dal sapore non particolarmente dolce e dal colore scuro, caramellato.

La preziosa melata del Laghello di Amina  a Framura

Dopo un’accoglienza cordialissima e una visita alle bellezze “nascoste” (un ruscello di acqua sulfurea che scorre proprio dietro il prato dell’agriturismo e che pare abbia delle proprietà terapeutiche), Guido  ci parla con amore e grande competenza del suo lavoro.

Ospitalità al Laghello di Amina  a Framura

 

Peccato che abbia lasciato  le tute protettive presso un’altra “colonia” di api.  Ci sarebbe piaciuto indossarle e farci condurre da lui alla scoperta “sul campo” delle meraviglie della vita di questi ingegnosi insetti.

 

Apicultura al Laghello di Amina  a Framura

A parte questa mancata esperienza (e a noi piace tantissimo fare nuove esperienze! ci immaginate così “bardati”? ) , non abbiamo perso nulla. Guido è talmente appassionato che trasmette una gran  voglia di conoscere di più sulla vita di un alveare,  la sua organizzazione,  i suoi equilibri delicati e non sempre comprensibili tra api regine, operaie e fuchi.  Chi  dirige la vita di un alveare? L’ape regina? Forse sì,  ma anche forse no. Non sono forse le api operaie che decidono chi nutrire in modo speciale e far diventare regina?

I mieli del Laghello di Amina

Il mondo degli alveari e le straordinarie capacità di orientamento e collaborazione delle api è talmente affascinante e il nostro ospite così piacevole che il tempo vola veloce.  Non dobbiamo dimenticarci di assaggiare i prodotti del Laghello di Amina.

Assaggiando il miele al Laghello di Amina a Framura

Tra tutti la melata, scura e dal gradevole sapore di caramello; i mieli meno conosciuti come quello di castagno,  di erica e il prezioso, straordinario miele di corbezzolo. Impossibile non acquistarne un vasetto. Sì, una confezione piccola, perché il miele di corbezzolo è tanto pregiato (“è come un gioiello”)  che si vende più comunemente in piccole confezioni.

I prezosi mieli del Laghello di Amina  a Framura

Siamo rimasti a lungo al Laghello di Amina, il tempo è passato veloce tra i racconti affascinanti di Guido e le attenzioni gentili di sua moglie, che gestisce l’ospitalità  nella bella casa ristrutturata da poco e che dispone di appartamenti per vacanze  arredati con molto gusto.

Casa vacanze al Laghello di Amina  a Framura

foto di www.laghello.it

Polline fresco !

E’ ora di salutarci. Ma abbiamo ancora qualcosa da imparare. Guido infatti ci regala una confezione di polline fresco!  Non il polline secco che normalmente si trova in erboristeria, ma fresco, morbido, dalle  importanti proprietà nutritive. Guido ci spiega che in cento grammi di polline fresco si trovano tante proteine quante in mezzo chilo di carne o in sette uova! Per non parlare di vitamine e sali minerali. Una vera miniera di salute!

Polline fresco al Laghello di Amina  a Framura

Grazie Guido, ci hai fatto conoscere  un mondo affascinante !

 

Un'ape al lavoro al Laghello di Amina  a Framura

Qualche informazione

Per  informazioni su come arrivare, contattare
Il Laghello di Amina  – Loc. Laghello 19014 Framura (SP)
tel. +39 333 628 1169 | +39 336 253 133 | +39 0187 810518
info@laghello.it

Informazioni sul turismo a Framura
o contattare Enrico Barbieri  sales@turismoframura.it

 

Seguici su Facebook e su Instagram

cercando vagabondiinitalia.it troverai altre foto dei nostri “vagabondaggi”.

 

Italia Regioni Liguria

 

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Questo spazio è per te, lascia i tuoi commenti e condividi le tue esperienze, i tuoi progetti di viaggio.
Se lo utilizzi, farai crescere la comunità dei ”vagabondi in Italia”.

Lascia un Commento