Arte e Cultura Marche Natura

Vacanze? A RisorgiMarche, per ricominciare.

22 Giugno 2017

Marche, nel cuore d’Italia. Insieme ad Umbria,  Alto Lazio ed Abruzzo. Tutte zone colpite dai  terremoti  che il 24 agosto e il 30 ottobre 2016 hanno devastato zone bellissime, ricche di storia e di cultura. Una ferita che forse non potrà più essere rimarginata completamente, ma che sicuramente può essere curata, con amore.

arte-sibillini

Il turismo può aiutare questa rinascita, ricordando che la maggior parte delle destinazioni e località delle Marche e delle altre regioni colpite non hanno riportato danni e sono perfettamente agibili.

Quindi, perché non pensare a delle vacanze nelle Marche?

 

Giordano assaggia i piatti tipici delle Marche

Giordano assaggia i piatti tipici delle Marche

Noi  ci abbiamo pensato e ci sono venute in mente molte proposte di  viaggio, però  poi abbiamo visto il programma  di  RISORGIMARCHE Festival di solidarietà e vicinanza alle comunità montane colpite dal sisma e l’abbiamo trovato veramente eccezionale.  Un festival di musica diffuso su tutto il territorio che unisce arte, bellezza dei luoghi e, perché no? Gastronomia  con i prodotti d’eccellenza del territorio.

 

salumi marche

E poi, è perfettamente in sintonia con il nostro modo di viaggiare e di spostarci, “esclusivamente in bici o a piedi”.

“Il paesaggio, la natura, l’ecologia sono il terzo cardine del Festival. I concerti si svolgeranno in siti suggestivi, meravigliosi: i palcoscenici saranno i prati panoramici più belli delle Marche, la scenografia rappresentata dalla cornice dei Sibillini e da cieli azzurri, la luce garantita dalla benedizione e benevolenza del sole pomeridiano”.  (Neri Marcorè, ideatore del festival)

Foce di Montemonaco, uno dei "palchi" di RisorgiMarche. Img: www.risorgimarche.it

Foce di Montemonaco, uno dei “palchi” di RisorgiMarche. Img: www.risorgimarche.it

Vi  presentiamo RisorgiMarche con le parole degli organizzatori, noi abbiamo solo aggiunto le sottolineature per evidenziare quelle che a nostro parere sono le sue caratteristiche essenziali.

 

[dal comunicato stampa]

“Avrà inizio Domenica 25 Giugno a Spelonga, Arquata Del Tronto (AP), con il concerto di Niccolò Fabi e gli Gnu Quartet, RisorgiMarche, la manifestazione ideata e promossa da Neri Marcorè. Tredici appuntamenti gratuiti che avranno inizio alle 16.30 in prati montani raggiungibili esclusivamente in bici o a piedi. RisorgiMarche è, infatti, un festival ecosostenibile e si svolgerà in luoghi sicuri, accessibili e agibili, scelti con il supporto della Protezione Civile e delle autorità locali, nel pieno rispetto della natura e della flora e fauna locale.

risorgimarche

“Mi piaceva l’idea di un festival diffuso su tutto il territorio ferito dal sisma – dichiara Marcorè – ma al tempo stesso lontano dai singoli paesi colpiti, sia per questioni di sicurezza che per l’impossibilità di raggiungerli tutti e 131. Da qui la suggestione dei nostri prati appenninici, per riconciliare in senso stretto uomo e natura, per assaporare e respirare – letteralmente passo dopo passo – la bellezza delle nostre terre, per riportarvi turismo e linfa vitale e lasciarsi alle spalle la paura, con la speranza di lenire al tempo stesso il dolore delle comunità che hanno vissuto questo dramma. […]. Nel rispetto della natura stessa era però necessario che i concerti non prevedessero palcoscenici, se non naturali, né illuminazione artificiale: questo il motivo logico della collocazione pomeridiana e di stare tutti con i piedi per terra, pubblico e artisti”.

Santuario Macereto, uno dei "palchi" di RisorgiMarche. Img: www.risorgimarche.it

Santuario Macereto, uno dei “palchi” di RisorgiMarche. Img: www.risorgimarche.it

RisorgiMarche è molto più di un festival: è il desiderio di aggregare la volontà e la necessità di rinascere alla forza, alla positività, allo spirito costruttivo della gente. È un percorso per regalare e vivere tutti insieme entusiasmo ed emozioni attraverso la musica. È un modo per godere di questa terra con l’attenzione e il tempo che merita, senza fretta, abbracciando con un unico sguardo sorrisi e panorami mozzafiato. È anche l’opportunità di assaporare prelibatezze marchigiane, frutto di esperienza e tradizioni antiche, prodotte dalle tante aziende che hanno subìto una battuta d’arresto e che cercano di ripartire, magari proprio da una piccola visibilità.

doce-salato

“Il turismo e l’agroalimentare sono i settori che più subiscono i danni indiretti dal terremoto – spiega Alberto Mazzoni, coordinatore del settore agroalimentare del festival RisorgiMarche, a cui collaborano l’Istituto Marchigiano di tutela vini (IMT), il Consorzio vini piceni e l’Istituto marchigiano di enogastronomia (IME) – RisorgiMarche è l’occasione per ripartire, uniti, proprio dal rilancio del territorio e delle sue produzioni. A ciascuno dei 13 concerti saranno presenti in media da 30 a 50 piccole imprese agricole e dell’artigianato locale che, con le ‘isole del gusto’ allestite nelle zone limitrofe alle esibizioni, presenteranno e venderanno i loro prodotti. Siamo consapevoli del nostro potenziale e attraverso locomotori importanti come i vini marchigiani crediamo di poter rilanciare anche le specialità dei diversi comuni del cratere, a partire dal ciauscolo, le olive ascolane, norcineria varia, vino cotto, olio, distillati e prodotti dell’artigianato locale”.   [fine del comunicato]

porchetta marche

 

Se non hai ancora organizzato le vacanze estive, perché non pensare alle Marche? E se le hai già organizzate, ritaglia qualche giorno per visitare un pezzo del cuore d’Italia, il nostro cuore.

Non abbandonarlo.

 

destinazione marche

 

Per  conoscere i dettagli del programma di RisorgiMarche

http://risorgimarche.it/download/

Manifestazioni dell’estate nelle Marche

http://eventi.turismo.marche.it/

http://www.destinazionemarche.it/

 

Seguici su Facebook e su Instagram

cercando vagabondiinitalia.it troverai altre foto dei nostri “vagabondaggi”.

 

Italia Regioni Marche

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Questo spazio è per te, lascia i tuoi commenti e condividi le tue esperienze, i tuoi progetti di viaggio.
Se lo utilizzi, farai crescere la comunità dei ”vagabondi in Italia”.

Lascia un Commento