Arte e Cultura Veneto

La Villa dei Vescovi tra i Colli Euganei

5 Ottobre 2015
Villa Vescovi Colli Euganei

Villa dei Vescovi… un nome che evoca un passato immerso nella dolcezza dei Colli Euganei.

Siamo infatti in Veneto, vicino ad Abano dove abbiamo provato la fangoterapia alle favolose terme dell’Abano Grand Hotel e non ci lasciamo sfuggire l’occasione di andare a Luvigliano di Torreglia, a soli otto chilometri, per visitare la Villa dei Vescovi  di recente aperta al pubblico dal FAI (Fondo Ambiente Italiano), che ci ha invitati a conoscerla.

Un po’ di storia della Villa dei Vescovi

E’ una di quelle belle ville venete, circondate dai propri possedimenti agricoli, che la nobiltà veneziana si fece costruire, soprattutto tra il XV e il XVII secolo, dai più famosi architetti dell’epoca. Villa dei Vescovi non fa eccezione, circondata dai suoi vigneti appare sulla cima di un colle in un anfiteatro naturale ricoperto di boschi.

Villa dei Vescovi nei Colli Euganei

Ma ritorniamo all’origine del suo nome, dovuto al fatto che nell’antica azienda agricola vescovile tra il 1535 e il 1542 fu costruita la casa di villeggiatura del vescovo di Padova, il nobile Francesco Pisani.

Alla sua costruzione lavorarono architetti famosi, tra cui Andrea Palladio, all’epoca ancora apprendista di bottega di Giovanni Maria Falconetto, il progettista della villa, che prima di eseguire i disegni preparatori volle recarsi a Roma con il suo aiutante per studiare le antichità romane.

Da qui l’importanza di Villa dei Vescovi che introduce il gusto per la classicità romana nell’architettura dell’entroterra della Serenissima. Un gusto che verrà poi portato a livelli eccelsi dal Palladio nella progettazione delle sue famosissime ville venete.

Loggia della Villa dei Vescovi nei Colli Euganei

Anche i particolari di Villa dei Vescovi richiamano le antiche ville romane. Sul fronte sud, per esempio, dove un tempo si apriva l’ingresso principale, vi sono ancora due panche di pietra ai fianchi del portale dell’ingresso. Una citazione dell’antica domus romana, dove davano riposo all’attesa dei postulanti (i clientes del padrone di casa).

Anche il nome del paese, Luvigliano si richiamerebbe, secondo il parere degli eruditi del ‘500, all’insediamento romano del luogo. Deriverebbe infatti da Livianum, nome della villa dello storico Tito Livio, che forse (ma non c’è alcuna notizia certa in merito) sorgeva nei pressi.

 

Cenacolo di letterati a Villa dei Vescovi

Francesco Pisani fece diventare la sua villa il cenacolo di letterati e umanisti che godettero, come abbiamo fatto noi, del paesaggio dei Colli Euganei dalle belle logge a belvedere affrescate dal pittore fiammingo Lambert Sustris.

Panorama dalla Villa dei Vescovi nei Colli Euganei

Villa dei Vescovi ha la particolarità di avere ben due logge, sui lati orientale e occidentale, per integrarsi maggiormente nel paesaggio circostante. La vista sul paesaggio, infatti, era parte essenziale della residenza di campagna dell’epoca, un “autentico nutrimento del pensiero intellettuale”.

Anche Giulio Romano, l’architetto dei Gonzaga di Mantova, lavorò alle modifiche che nei secoli cambiarono l’aspetto della villa, che rimase di proprietà della curia padovana fino al 1962, quando fu acquistata e restaurata da Vittorio Olcese e dalla prima moglie Giuliana de Cesare, con il reciproco impegno di destinarla a bene pubblico. Cosa che avvenne nel 2005 con il passaggio di proprietà al FAI, effettuato dalla seconda moglie e dal secondo figlio di Vittorio Olcese.

Villa dei Vescovi: unità armoniosa tra natura ed arte

Nonostante gli interventi che si sono succeduti nei secoli, Villa dei Vescovi ha mantenuto intatto l’ideale architettonico originario e la grande armonia e continuità tra la natura circostante e l’opera dell’uomo, così bene evidenziata dalle illusioni pittoriche degli affreschi di Sustris.

A lui si devono anche gli affreschi delle stanze interne, dove ha voluto ricreare le architetture e le vedute esterne della villa in un gioco prospettico che unisce l’interno alla natura esterna.

Affresco nella Villa dei Vescovi nei Colli Euganei

Al termine della visita niente di meglio che accogliere l’invito “a trascorrere un po’ di tempo comodamente seduti sotto le Logge: vi immergerete così ancora di più nella bellezza del paesaggio e nell’atmosfera speciale di questa dimora, che muove al raccoglimento, alla riflessione e alla meditazione. Siete i benvenuti!”.

Loggiato della Villa dei Vescovi nei Colli Euganei

Se vuoi vivere da Principe, vieni nel Palazzo dei Vescovi a Luvigliano”. (Vasari)

A Villa dei Vecovi con il FAI

E’ questa la filosofia che ispira il FAI in collaborazione con Landmark Trust a cui è stata affidata la gestione della Foresteria di Villa dei Vescovi.

E’ infatti possibile soggiornare in villa, dove sono disponibili due appartamenti. Un modo per “salvaguardare edifici antichi di elevato interesse storico-culturale, dando loro nuova vita come eccezionali luoghi di soggiorno a disposizione di tutti”.

Interno della Villa dei Vescovi nei Colli Euganei

 

Fai una   visita virtuale della Villa dei Vescovi

Villa dei Vescovi
Via dei Vescovi, 4 – Luvigliano di Torreglia – Padova  tel. 049.9930473
www.fondoambiente.it
faivescovi@fondoambiente.it

Orari di apertura e prezzi di ingresso

 

Come arrivare a Villa dei Vescovi

Per raggiungere Villa dei Vescovi puoi percorrere (anche a piedi) la pista ciclabile da Montegrotto fino a Luvigliano. Arrivato al Comune di Torreglia, tieni la destra seguendo sempre la Strada Provinciale; l’ultimo tratto è caratterizzato da strada mista ma tranquilla.

Se stai percorrendo l’anello ciclabile dei Colli Euganei , segui la deviazione per Villa dei Vescovi; a Bresseo esci per Via Cà Boldi e prosegui per Via Liviana. (3 km di strada mista ma tranquilla).

Se preferisci prendere l’autobus puoi servirti delle linee di Busitalia Veneto (Ferrovie italiane) da Padova (stazione FS), Abano Terme (Piazza Sacro Cuore), Montegrotto (Stazione FS) fino a Luvigliano e Torreglia.

Se proprio non puoi fare a meno dell’auto…

Autostrada A4 Milano-Venezia

Uscita Padova Ovest; imbocca la tangenziale, Corso Australia, uscita direzione Colli Euganei; prosegui per circa 10 km in direzione Teolo. Supera Praglia e dopo la rotatoria prendi la strada con l’indicazione Luvigliano. Dal casello 20 km circa.

Autostrada A13 Bologna-Padova

Uscita Terme Euganee; segui per Montegrotto Terme, Torreglia ed infine segui i cartelli indicatori. Dal casello 15 km circa.

 

Seguici su Facebook e su Instagram

cercando vagabondiinitalia.it troverai altre foto dei nostri “vagabondaggi”.

 

Italia Regioni Veneto

Potrebbe interessarti anche