Natura Piemonte

Crampiolo, il nostro “paradiso” in montagna

20 Ottobre 2016
crampiolo

Ognuno ha il suo piccolo paradiso. Per noi è Crampiolo, un villaggio (sì, proprio un villaggio, neppure un paesino) in una bellissima conca tra le montagne, oltre l’Alpe Devero nell’alto Piemonte, al confine con la Svizzera.

La conca di Crampiolo

La conca di Crampiolo

Ci siamo stati non molto tempo fa, noi due soli. Ma poi ci siamo sentiti un po’ egoisti a non condividere tanta bellezza con Alberto e Laura, e così  siamo partiti tutti e quattro per passare qualche giorno tra le “nostre” montagne.

Crampiolo non è il posto adatto per chi desidera alberghi a 4 (o più) stelle e la passeggiata serale nella via del paese (che non c’è, per l’appunto).
È invece il posto adatto per chi ama veramente la montagna. Anche solo per guardarla e lasciarsene incantare.

La montagna a Crampiolo

Arrivati all’Alpe Devero con la navetta che la collega a Baceno, davanti a noi si stende la sua grande piana completamente vuota (è terreno di torbiera e di pascolo), circondata dalle montagne tra cui spicca la Rossa, dalle pareti scoscese che al tramonto si colorano e che chiude da un lato la Sella del Diavolo (ma perché ogni cosa un po’ strana o un po’ troppo grande deve essere del Diavolo, ve lo siete mai chiesti?).

La Sella del Diavolo con la parete della Rossa a sinistra

La Sella del Diavolo con la parete della Rossa a sinistra

Sul fondo della piana, due piccolissimi borghi: Pedemonte, il nostro preferito (lo è diventato anche per Alberto e Laura, che se ne sono subito innamorati, proprio come noi due), e dall’altro lato Canton, dove rifocillarsi al Rifugio Castiglioni del C.A.I.

È da questo lato della piana che partono due sentieri e una mulattiera carrozzabile (o meglio: “gippabile”)  per raggiungere Crampiolo in poco più di mezz’ora  di camminata.

Scegliamo il bellissimo sentiero nel bosco tra i rododendri, seguendo il ruscello.

Tra i boschi a Crampiolo
Appena fuori dal bosco appare Crampiolo, circondato da montagne ricoperte di larici e sullo sfondo altre montagne di roccia bianca dal profilo bellissimo e impressionante.

La veduta di Crampiolo

Sarà proprio sopra queste rocce che alla sera vedremo la luna in un cielo pieno di stelle.

Le montagne che circondano Crampiolo

Da  Crampiolo Alberto e Laura sono partiti per bellissime escursioni al Passo della Rossa e alla Bocchetta d’Arbola. Noi li abbiamo lasciati andare con invidia e nostalgia, consci dei nostri limiti.

Bellissime escursioni da Crampiolo

Ci siamo consolati provando lo scenografico “sentiero invernale” (da utilizzare quando l’altro diventa pericoloso per la neve) per scendere allAlpe Devero ed esplorando l’inizio dell’itinerario Alpeggi senza Confini che collega gli alpeggi del Parco Naturale Alpe Veglia-Devero con gli alpeggi svizzeri e conosciuto, nella sua parte italiana, anche come l’itinerario Sulle strade del Bettelmatt.

Sentiero "invernale" da Crampiolo all'Alpe Devero

Sentiero “invernale” da Crampiolo all’Alpe Devero

Anche a Crampiolo (senza bisogno di inerpicarsi fino agli alpeggi) si possono acquistare i prodotti degli alpeggi,  fra tutti il pregiato Bettelmatt, un formaggio conosciuto fin dal XIII sec.  all’epoca dell’arrivo della popolazione Walser, ancora presente in queste valli.

E magari, iniziando una passeggiata al piccolissimo e suggestivo Lago delle Streghe 

lago delle streghe crampiolo

o al grande Lago Devero, in fondo valle,

lago devero

ci si può fermare a comperare un buonissimo yogurt artigianale dai produttori locali.

La prossima volta proveremo a percorrere almeno una parte dell’itinerario Sulle strade del Bettelmatt che sulle mappe appare decisamente invitante per la bellezza del paesaggio e l’interesse storico-culturale (assaggiando lungo il cammino il famoso Bettelmatt), promesso!

Per arrivare all’Alpe Devero e a Crampiolo

Da Domossola (sulla linea per Basilea) prendere la corriera per Baceno (ComazziBus). La fermata è di fronte alla stazione ferroviaria.    Orari Comazzi Bus   tel. 0322 844 862

Da Baceno, esattamente dove vi lascia la corriera da Domodossola,  parte il  pulmino Prontobus che ‘porta all’inizo dell’Alpe Devero. Verificare bene gli orari  diversi a seconda delle stagioni. Orari Prontobus.  Per ulteriori informazioni (consigliato verificare)  tel. 338.8780386 .     In partenza dall’Alpe Devero, se avete problemi di coincidenze, arrivate con un buon anticipo alla fermata del Prontobus, che ha solo 19 posti.

Se, come spesso accade, Prontobus è già partito da Baceno all’arrivo della corriera, nessun problema. In attesa del prossimo si mangia bene proprio di fianco alla fermata, al Vecchio Scarpone, bar e ristorante, Via Roma 48, tel. 0324 62551

E a dieci minuti di passeggiata si può visitare la monumentale chiesa dedicata a San Gaudenzio, con un bellissimo affresco della Crocifissione di fianco all’altare maggiore. Vale la visita !

Una volta arrivati all’Alpe Devero e a Crampiolo

All’Alpe Devero si mangia molto bene (e si può anche dormire) all’albergo ristorante La Lanca. Assolutamente consigliata la cucina ossolana curata dalle figlie della propretaria. Tel 0324. 619135

A Crampiolo noi abbiamo dormito a La Baita (camere o camerata da 16 posti). Buona cucina, abbondante. tel. 0324 619190 – 619157

A Crampiolo abbiamo pranzato bene, con buoni piatti della tradizione, anche  alla Locanda Fizzi, all’inizio del villaggio.  tel. 0324. 619108

 

Seguici su Facebook e su Instagram

cercando vagabondiinitalia.it troverai altre foto dei nostri “vagabondaggi”.

 

Italia Regioni Piemonte

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply ALPE SANGIATTO ED IL GRANDE EST DEL DEVERO - Report24Up 15 Settembre 2019 at 10:30

    […] volta attraversata la diga inizia la discesa verso Crampiolo, un piccolo paesino molto caratteristico, immerso nel verde e fiancheggiato da un bellissimo […]

  • Leave a Reply

    Questo sito web utilizza cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Puoi avere dettagli visitando l’informativa estesa dei Cookie.

    Cookie Policy

    Privacy Policy