I nostri "libri vagabondi"

Destinazione Italia, una guida solidale

18 Dicembre 2020
destinazione Italia

Il 2020 è stato un anno particolarmente proficuo per il mio lavoro. Dopo la pubblicazione a luglio di “Vagabonda in Sardegna. Da Cagliari ad Olbia tra treni e corriere” edito da Andrea Pacilli editore (e potete immaginare quanto lavoro comporta la pubblicazione di un libro…), ho partecipato con il racconto di due fra i miei tanti “vagabondaggi” alla guida collettiva Destinazione Italia, nata da un progetto del gruppo Travelblogger per l’Italia che mi ha subito “conquistato”. Anzi, un doppio progetto.

Quasi duecento (193 per la precisione) blogger di viaggio italiani hanno voluto dare il proprio aiuto al settore turistico italiano colpito duramente, come molti altri settori, dalle conseguenze dell’epidemia di Covid-19, scrivendo su mete che li avevano affascinati e che non sempre si trovano nelle guide di viaggio.

La guida Destinazione Italia, uscita a novembre, è composta da 700 pagine e corredata da più di 500 foto a colori e presenta trecento mete in tutte le venti regioni italiane.

Nato originariamente come e-book da un gruppo più ristretto di autori, il testo si è poi arricchito di nuovi contributi con la partecipazione al progetto di altri blogger che hanno inserito nuove mete, arrivando al testo definitivo pubblicato da Polaris.

I Travelblogger per l’Italia hanno anche voluto dare un tangibile segno di solidarietà in questo periodo così difficile. I diritti d’autore di questa guida sono stati infatti devoluti a Emergency e alle attività sanitarie legate alla situazione Covid-19 in Italia.

I miei contributi? Per ragioni editoriali non mi è stato possibile inserire il pezzo che avevo preparato sul bellissimo Tempietto Longobardo di Cividale in Friuli. Mi è molto dispiaciuto dover rinunciare a raccontare questa preziosa meraviglia altomedievale (ma voi lo potete trovare sul nostro sito) e ho dovuto “limitarmi” a due regioni. Per la Sardegna: Dal tempio di Antas alla grotta di Su Mannau e per la Valle D’Aosta: Museo a cielo aperto verso il rifugio Mont Fallère.

Inutile dire quanto sono contenta di avere partecipato a questa iniziativa, contribuendo a far conoscere piccole chicche preziose del nostro magnifico Paese!

Destinazione Italia – ed. Polaris – euro 35,00

Potrebbe interessarti anche:

No Comments

Lascia un Commento

Questo sito web utilizza cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Puoi avere dettagli visitando l’informativa estesa dei Cookie.

Cookie Policy

Privacy Policy