Friuli Venezia Giulia Itinerari

Da Cividale a Trieste: un assaggio di Friuli

22 Novembre 2015

Il Friuli è sempre stato per noi due vagabondi una regione poco conosciuta.

E’ vero che alcuni anni or sono abbiamo passato bellissimi giorni a Trieste (che non è Friuli, ma Venezia Giulia), ma di fatto oltre il Veneto non ci eravamo mai “spinti” nei nostri vagabondaggi.

L’occasione per questo primo “assaggio” è venuta in modo del tutto casuale, come spesso ci capita.

Tutto è iniziato al BIT (Borsa Internazionale del Turismo) di Milano a febbraio. Gironzolando tra gli stand mi sono imbattuta nella guida dell’Alpe Adria Trail, un bellissimo trekking in 37 tappe (più altre 6 per chi proprio non riesce a smettere di camminare) che dall’Austria arriva a Trieste attraverso i paesaggi della Slovenia!

alpe adria trail in friuli

Img: http://www.alpe-adria-trail.com/

Apro l’opuscolo e l’occhio mi cade su uno dei titoli: Magia senza confini.

Quel senza confini mi piace, mi piace proprio! Arrivo a casa entusiasta e non ho bisogno di convincere Giordano.

Come resistere, noi che adoriamo camminare, quando leggiamo frasi come “camminare senza confini”?

alpe adria trail in friuli

Img: http://www.alpe-adria-trail.com/   Purtroppo non siamo noi …

La fantasia si accende e noi due vagabondi ci proiettiamo “dal ghiaccio eterno del maestoso e possente Grossglockner, con i suoi 3798 m. di altezza, attraversando la Carinzia, la Slovenia, il Friuli Venezia Giulia per arrivare all’azzurro intenso del mare Adriatico e alla meta finale di Muggia, affascinante cittadina istro-veneta, a pochi chilometri da Trieste”.

Siamo già conquistati.

Iniziamo a leggere la descrizione delle tappe, e iniziano i primi tagli all’itinerario. Bellissimo, ma troppo lungo per noi e con dislivelli a volte impegnativi.

L’Alpe Adria Trail in Friuli

Ripieghiamo sul tratto finale, quello italiano, partendo da Cividale, che promette un percorso più agevole. Inoltre Cividale è come un sogno sempre inseguito e non ancora realizzato.

E’ l’occasione giusta per visitare questo gioiello di storia e arte longobarda.

alpe adria trail in friuli: cividale

E poi c’è la tappa di Cormons, dove Giordano ha fatto il militare, e Gradisca, dal nome che ci fa sorridere (ricordi la felliniana Gradisca di Amarcord?)

alpe adria trail in friuli- gradisca

Img: salvarimini.com

che si affaccia sull’Isonzo, il fiume delle grandi battaglie della Prima Guerra Mondiale, testimone dei primi versi di Ungaretti.

E le dolci colline del Collio, ricoperte di vigneti, che promettono camminate rilassanti. E prima di Trieste, a Duino, un altro incontro con la poesia, quella di Rainer Maria Rilke, che scrisse le sue due prime Elegie Duinesi nel romantico castello arroccato sul mare.

Che vogliamo di più? Detto fatto, stabiliamo quando partire e iniziamo a sognare.

alpe adria trail in friuli: vagabondi in italia

 

Qualche tempo dopo abbiamo “scoperto” una vera e propria “città friulana” (non semplicemente una città dove vivono friulani) in … Argentina! Si parla friulano, si mangia friulano, si guadagna e si attirano turisti con la gastronomia friulana.

friuli in argentina: colonia-caroya

E’ Colonia Caroya. 

Leggi il nostro articolo su  Viaggi in America Latina.

 

Tratta dell’Alpe Adria Trail in Friuli: Cividale del Friuli – Trieste

Ti indichiamo l’ itinerario che abbiamo fatto noi a fine estate. Può essere uno spunto da cui puoi partire per programmare una visita in Friuli. Terra meravigliosa, dove vogliamo ritornare presto.

  • 1° tappa  in treno

Milano – Mestre – Udine    www.trenitalia.com
Udine – Cividale   www.ferrovieudinecividale.it

Cividale, la città dai tre nomi prime impressioni di Cividale e primo incontro con le golosità locali: strucchi con Slivovitz, la grappa di prugne, e la gubana. Naturalmente ti raccontiamo la storia, le leggende e la ricetta della gubana.

  • 2° tappa  in corriera

Cividale – Cormòns  Autoservizi F.V.G. Spa-Saf  (biglietti presso la stazione ferroviaria)

Continua la visita dei tesori di Cividale  e di Cividale e i Longobardi e partenza  per Cormons.

  • 3° tappa  a piedi

Cormòns – Capriva del Friuli

Dai ricordi asburgici di Cormòns  al Castello di Spessa e a Capriva attraverso le colline del Collio

  • 4° tappa  a piedi

Capriva – San Lorenzo Isontino – Gradisca sull’Isonzo attraverso il Collio

Raggiunti i Laghetti Rossi, riprendiamo il percorso dell’Alpe Adria Trail e arriviamo a Gradisca d’Isonzo. Visita di Gradisca

  • 5° tappa andata in auto e ritorno a piedi

Gradisca – San Martino del Carso – Gradisca

Visita del Parco Ungaretti e continuazione della visita di Gradisca

  • 6° tappa  in corriera e a piedi

Gradisca – Duino  www.aptgorizia.it   (con cambio all’aeroporto)
Duino -Trieste  Trieste Trasporti Spa

Percorso sul sentiero Rilke a strapiombo sul mare e visita del castello di Duino (con i ricordi del poeta Rainer Maria Rilke, che qui scrisse le sue due prime Elegie Duinesi) prima di pernottare a Trieste.  A Duino il romantico castello di R.M. Rilke

 

I giorni successivi li abbiamo passati al mare, in Istria, a Rovigno. Incantevoli. Ma noi ti raccontiamo i nostri vagabondaggi in Italia e questa … è un’altra storia!

 

Alpe Adria Trail

Il sito dell’Alpe Adria Trail è ricchissimo di informazioni, mappe, descrizioni accurate delle tappe con relativa altimetria, foto e video.

Si può anche scaricare l’app per navigare lungo il percorso.

 

Seguici su Facebook e su Instagram

cercando vagabondiinitalia.it troverai altre foto dei nostri “vagabondaggi”.

 

Italia Regioni Friuli Venezia Giulia

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Questo spazio è per te, lascia i tuoi commenti e condividi le tue esperienze, i tuoi progetti di viaggio.
Se lo utilizzi, farai crescere la comunità dei ”vagabondi in Italia”.

Lascia un Commento